ComicsRecensioni

Spider-Man: La storia della mia vita – La Recensione

0

Panini Comics Italia ha portato nel nostro paese ormai qualche mese fa Spider-Man: La storia della mia vita, un volume che racchiude la miniserie scritta da Chip Zdarsky e disegnata da Mark Bagley .
La peculiarità di questa miniserie non è tanto che questa sia ambientata in un universo fuori dalla continuity del mondo Marvel, ma quanto che questo questo mondo scritto da Chip esuli da quello che è l’eterno presente che quasi sempre avvolge il mondo del fumetto seriale americano cristallizzando i suoi protagonisti e permettendo loro di invecchiare solamente quando strettamente necessario ai fini delle trami (lo stesso Spidey è ora 25enne) .

Togliendo questa “maledizione” che costringe i nostri eroi in uno stato di costante giovinezza la sceneggiatura è in grado di portarci per mano attraverso i diversi decenni della vita di Peter Parker e del suo alter-ego in costume, mostrandocelo a partire dalla sua gioventù negli anni’60 fino all’età adulta .

Il disegno di Mark Bagley non meraviglia gli occhi del lettore con le sue tavole – anche se da veterano dimostra la sua bravura quando messo alle prese con l’azione – ma svolge in maniera egregia il compito di accompagnare la scrittura senza sovrastarla, donandogli maggiore forza attraverso i volti che invecchiano tavola dopo tavola.

L’effetto finale rende La storia della mia vita un volume che rilegge non solo la storia di uno dei personaggi più amati della casa delle idee, ma ne intreccia gli eventi con la storia americana (a partire dalla guerra del Vietnam) e ci mostra come, al passare del tempo, anche Peter diventi sempre più maturo e consapevole, prendendo decisioni diverse rispetto alla sua controparte eternamente teen.

S17 secondo il nostro punto di vista è una delle letture ragnesche più belle degli ultimi anni, aveva molte carte in regola per poter rovinare tutto e finire nel solito What If, ma nonostante un costante effetto nostalgia di fondo finisce per essere una bellissima lettura, emozionante al punto giusto.

Impossibile non consigliarla a tutti gli amanti dell’uomo ragno.

 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Le (dis)avventure della famiglia zero rifiuti : La recensione

Previous article

Edizioni Star Comics presenta : UTENA – LA FILLETTE RÉVOLUTIONNAIRE – AFTER THE REVOLUTION

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics