ComicsRecensioni

Edenfrost #1: La recensione

0

Benvenuti o bentornati sull’isola di ComixIsland.it miei cari isolani
oggi parliamo di una novità fresca fresca from USA, il primo capitolo di una nuova serie edita da Mad Cave Studios ovvero Edenfrost, Scritta da Amit Tishler e con Arte di Bruno Frenda

Sicuramente le premesse iniziali di questa serie sono inusuali, una trama a tinte fantasy, ma ambientata nella Russia di inizio XX secolo, alle prese con gli orrori della guerra, mescolando questi elementi con una storia familiare e con elementi presi dal folklore ebraico, per costruire qualcosa di nuovo

La sceneggiatura di Tishler è incentrata sui 2 fratelli, Yuli e Alex, che fuggono dalla loro città dopo che questa è stata devastata dalla comparsa di un mostro di pietra, che ha decimato abitanti e soldati durante l’evento. Conosciamo i due protagonisti mentre scappano attraverso i boschi, inseguiti da un gruppo di russi inviati da un colonnello locale per catturarli e cercare di capire la situazione .
Un albo ricco di elementi misteriosi ancora da rivelare, che lascia la voglia di conoscere qualcosa di più di questa storia al termine delle 32 paginette

L’equilibrio tra ritmo e sviluppo della trama è buono, c’è parecchia tensione attorno a Yuli e Alex, protagonisti con cui vista la situazione è facile entrare in sintonia fin da subito.
Non male anche il comparto artistico di Frenda, per ora nulla di spettacolare, ma anche nel suo caso tanti buoni elementi al posto giusto

Amici USA ci avevano tirato fuori questo titolo come uno di quelli “fuori dai radar ” a cui provare a dare un occhiata, per ora possiamo ringraziarli del consiglio

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Malincuore : la recensione

Previous article

Kronet : La recensione

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics