ComicsRecensioni

Ant-Man Ant-niversario: La recensione

0

La casa delle idee festeggia l’anniversario del personaggio di Ant-Man con una miniserie che celebra di fatto ogni personaggio che negli anni ne ha indossato le vesti in Ant-Man Ant-niversario, mini affidata al duo Tom Reilly, Al Ewing, con i colori di Jordie Bellaire

Hank Pym,  Eric O’Grady, Scott Lang e non solo, sono i protagonisti di una buonissima storia, perfetta da gustarsi nell’attesa dell’uscita nelle sale di Ant-Man and the Wasp: Quantumania e per tutti i fan dell’eroe più piccolo del mondo Marvel .
Ewing ci accompagna in un viaggio attraverso i 60 anni di questo personaggio iconico, in un percorso che si snoda tra passato, presente e futuro dell’universo della casa editrice americana. Questa miniserie gioca in maniera semplice e funzionale con i vari piani temporali, mettendo insieme una storia che scorre bene e riesce a dare spazio ad ognuna delle anime dietro al ruolo di Ant-Man, personaggi diversi tra loro, ma che trovano nella storia di Ewing un bilanciamento studiato alla perfezione.

Per leggere questa miniserie non è necessario avere una grandissima conoscenza pregressa del personaggio (anche se il minimo sindacale è sempre gradito) perchè di fatto l’autore ha fatto i compiti per noi e ha deciso di darci sempre i punti giusti per non perderci nei meandri della continuity, rimanendo così estremamente leggero e godibile nella lettura – oltre a testimoniare per l’ennesima volta quanto Ewing sia ottimo come autore.

Dal punto di vista grafico troviamo un Tom Reilly in forma, sempre sul pezzo in ogni tavola, anche in una storia che lo vede passare attraverso i diversi stili che caratterizzano la storia del fumetto, dando così ad ogni capitolo una sua caratteristica unica, in una festa estetica dove trovano ovviamente posto anche le diverse scelte cromatiche effettuate da Bellaire

Se siete fan di Ant-Man, se cercate qualcosa sul personaggio in attesa del film oppure se volete una miniserie leggera e godibile, Ant-Man Ant-niversario è secondo noi un titolo da tenere a mente

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Leviathan Labs presenta: Cardinal Dagon: e come fare il Kickstarter dell’Apocalisse

Previous article

IDW: in arrivo uno spettacolare one-shot di The Rocketeer

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics