ComicsNews

War of the Realms: Punisher – Duggan parla del coinvolgimento di Frank

0
war of the realms

Fra i tantissimi tie-in che caratterizzeranno l’imminente evento War of the Realms,  approderà sugli scaffali delle fumetterie anche War of the Realms: Punisher, una miniserie che avrà per protagonista proprio il Punitore e sarà composta da tre capitoli  guidati dal team creativo composto da  Gerry Duggan e Marcelo Ferreira.

Duggan  ha voluto parlare di quello che sarà l’utilizzo del personaggio nella guerra in arrivo

“Ho sempre apprezzato una buona storia del Punitore, e da piccolo facevo un passo indietro per trovare la sua prima apparizione negli scomparti dei numeri arretrati, ed erano proprio lì gli albi di Mike Zeck e Steven Grant degli anni ottanta. Sono un grande appassionato, e amo davvero tanto quel che Matthew Rosenberg e i suoi collaboratori stanno facendo con l’attuale serie del Punitore. Ciò significa che ho una patata bollente per le mani da gestire, ma penso che quel che abbiamo pianificato per War of the Realms sarà molto divertente.Credo di aver scritto un’apparizione da guest star veramente breve di Frank in un numero di Deadpool. Per me è un personaggio complesso da sceneggiare: voglio farlo per bene. Ci sono talmente tante belle storie del Punitore qui fuori, e non voglio semplicemente giocare a un Karaoke con quel materiale.

Questa è una storia concentrata: la Guerra dei Regni giunge a Manhattan e Frank si guarda intorno e interpreta tutto ciò come un ennesimo fallimento degli Avengers. Lui pensa che è un qualcosa che sarebbe dovuto essere fermato prima che colpisse Manhattan. Ora che la battaglia è alle sue porte, dovrà lottare a modo suo. Sta andando di strada in strada e di casa in casa per assicurarsi che le persone possano sopravvivere a questa zona di guerra. Quanto finisce per fare, però, è vedere una situazione particolare che sembra risolvibile e concentrarsi per sistemare le cose; un ospedale ha bisogno di evacuare da Manhattan. Frank decide di guidarli lungo il Lincoln tunnel — questa è la nostra miniserie. Credo che la sua strategia di battaglia renderà la lettura divertente.”

L’autore ha poi voluto parlare di quelli che saranno gli alleati :

“Frank sa che non può fare tutto questo da solo, e non è come se lui potesse andare a chiedere aiuto alla Avengers Mansion. Dunque dirotta un autobus della prigione e “ingaggia” i detenuti. È un po’ come Frank Castle che incontra Quella sporca dozzina, ma è piuttosto speranzoso che nessuno di loro torni indietro.

Quel che posso dire è che Frank formerà la sua squadra, che loro siano volenti o nolenti, ed è una trama piuttosto semplice dopo questo. Devono farsi strada verso un tunnel e portare queste persone fuori dall’ospedale… altrimenti le cose potrebbero andare in un’altra maniera. Si spera che il coinvolgimento dell’equipaggio del Punitore contribuisca ai fini della storia. L’organizzatore che c’è in me direbbe che alcune di queste persone sono qui per morire mentre altri sono lì per uscirne vivi. Sapevo di avere Frank a disposizione soltanto per un po’ di uscite, e sapevo anche che questa sarebbe dovuta essere una storia del Punitore e di War of the Realms, quindi questo è un modo di avere la botte piena e la moglie ubriaca. Abbiamo i tipi cattivi che Frank “ingaggia”, e i tipi cattivi che stanno minacciando la sua casa e tutti coloro che vivono sulla Terra.

Inoltre, ci sono due lati di Frank. Quello dell’anti-eroe, e la parte che considero essere un nemico vero e proprio. Uccidere persone che non ci piacciono non lo rende necessariamente eroico. Penso che i fan del Punitore converranno che non sto cercando di scoprire l’acqua calda, ma sto invece cercando un po’ di divertirmi con il modo in cui Frank ha un significato nel mondo. Se qualcuno può prendere due piccioni con una fava è certamente Frank Castle. Questo è il suo piano durante la Guerra dei Regni.

È divertente vedere il Punitore in questo scenario, ma non è esattamente un pesce fuor d’acqua. Le forze invasori sono venute qui per uccidere persone, quindi non ha importanza quale sangue spargeranno. Se questo è il loro obiettivo, Frank dovrà scoprire qual è il colore del loro sangue. È una storia cupa, ma ha comunque un senso dell’umorismo.”

 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Cartoomics 2019: Gli eventi di domenica 10 Marzo

Previous article

Tom Taylor parla dell’origine di DCeased

Next article

You may also like

0 comments

  1. […] Kill Krew # 1 sarà scritto da Gerry Duggan e illustrato da Juan Ferreyra. La serie dovrebbe debuttare a luglio negli […]

Comments are closed.

More in Comics