0

Il team creativo composto dall’autore Giuseppe Andreozzi e  dai disegni di Chiara Raimondi, porta sul mercato L’agente Segreto, volume edito da Shockdom. 

La trama è alquanto semplice, una storia che mette sul piatto le vicende di spie inglesi e terrorismo islamico, trasposizione e rielaborazione nel medium fumettistico dell’omonimo romanzo scritto da Joseph Conrad

Ci troviamo dopo nel 2005, in un Inghilterra ancora scossa dagli eventi dell’11 settembre, Verloc è un Pakistano che gestisce un sexy shop assieme alla moglie Winnie e al fratello disabile, il loro negozio però funge anche da copertura ad una cellula londinese di Al Qaeda, insospettabilmente Verloc è anche un informatore dei servizi segreti britannici, al quale viene affidato un compito molto speciale.

La trama de L’agente Segreto gioca nel mondo del plausibile, l‘MI5 ha bisogno di Verloc per far scoppiare un attentato e far passare nuove leggi che minano la libertà dell’individuo, norme che solo dopo una forte scossa possono passare indenni il vaglio dell’opinione pubblica.

L'agente segreto

Ecco che usando questo clima di realismo il lettore viene intrappolato in una lettura fluida e veloce del volume – forse fin troppo breve- spinto alla curiosità di un tema ancora molto attuale come il terrorismo di matrice islamica.

I personaggi all’interno del volume crescono, evolvono senza forzature, in maniera umana e naturale nel tempo che scorre inesorabile tavola dopo tavola, il ritmo alto li giuda nelle loro decisioni importanti, da cui è impossibile tornare indietro.

In un racconto così contemporaneo è difficile trovare l’equilibrio perfetto, quello che ti permette di non cadere in facili attacchi a una determinata popolazione ( in questo caso verso l’Islam) L’agente Segreto riesce nell’impresa di non sembrare in nessun momento un attacco verso un credo, una nota di merito di altissimo livello.

L'agente segreto

Un livello in linea con la dovizia dei disegni di Chiara Raimondi, eleganti e particolareggiati al punto giusto, con una gestione della tavola praticamente perfetta e un ottima scelta cromatica.

Una graphic novel dove gli occhi e la mente lavorano all’unisono, dove oltre ai disegni c’è un mondo di domande che possiamo porci durante e dopo la lettura.  Domande complesse sul valore della fede e su quello dello stato, che L’agente Segreto vuole lasciarci nella testa e nel cuore, a decantare, nell’attesa di una risposta personale.

Se siete alla ricerca di una lettura rapida, ma che non sia di puro intrattenimento, questo titolo potrebbe decisamente fare al caso vostro

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Napoli Comicon – Dave McKean ospite della XXI edizione

Previous article

J-POP Manga: in arrivo tre nuovi inediti di Tezuka, il Dio del Manga

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.