ComicsRecensioni

Spider-Man 2099:Genesi Oscura – La recensione

0
[themoneytizer id=20698-1]

Steve Orlando torna a scrivere della linea temporale futura più amata del mondo Marvel dopo gli eventi di Spider-Man 2099: Esodo, con Genesi Oscura.

Mentre la società inizia a sgretolarsi, Spider-Man 2099 avrà bisogno di tutto l’aiuto possibile, ma la folla vuole davvero che salvi il proprio quartiere? O vogliono solo vedere bruciare questo mondo contorto? Quando Nueva York viene attaccata da Carnage 2099, Miguel O’Hara deve raccogliere nuovi alleati per contrastare questa terrificante minaccia! Daredevil, Moon Knight, Ghost Rider, Spider-Woman insieme al redivivo Punitore 2099 e un nuovo Blade , tutti dovranno affrontare l’orrore di Halloween Jack, Carnage 2099 e il suo esercito alveare!

Questa nuova wave 2099 affidata a Orlando non solo riparte da ciò che abbiamo visto in Esodo, ma purtroppo per certi aspetti ne porta avanti anche i difetti, tra cui uno schema narrativo ancora una volta probabilmente troppo compresso, che finisce per avere troppa carne al fuoco e togliere costantemente il focus dalla situazione centrale. Una situazione che di base, nell’idea di ribellione contro il sistema e di come questa venga portata avanti e fiancheggiata dalla popolazione, è tanto interessante. Il continuo introdurre personaggi secondari e la necessità conseguente di dare loro un briciolo di attenzione , finisce per spezzare il ritmo gettando tutto in un mix confuso e corale.

Dal punto di vista delle tavole Justin Mason  fa un buon lavoro e il suo Carnage ci è veramente piaciuto un sacco in alcune tavole, diciamo pure che il suo stile è il punto più alto di questo volume.

L’aver dedicato ormai ben 2 miniserie a questo futuro alternativo Marvel farebbe pensare lecitamente che all’interno della casa editrice ci sia l’intenzione di puntare su questo prodotto.
Se realmente è così, secondo noi qualcosa non sta funzionando. Le idee ci sono, ma a parere nostro bisognerebbe portarle avanti in maniera diversa, con maxiserie dalla durata più lunga oppure serie più strutturate – stile evento classico- che prevedano l’introduzione dei personaggi dall’esterno, tramite tie-in o spin-off.
Per ora vediamo solo un 2099 che avrebbe potenzialità, ma usato un po’ come carne da macello. Ed è un vero peccato.

Sappiamo per certo – perchè già annunciate- che arriveranno altre storie di questo universo, vedremo se proseguiranno sulla stessa via (che è sufficiente nell’insieme, ma nulla più)

 

[themoneytizer id=20698-23] [themoneytizer id=20698-16] [themoneytizer id=20698-28]
Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Edizioni BD presenta Kaya 1 – I cavalca-lucertole  di Wes Craig 

Previous article

A questa giovane innamorata le regole del gioco stanno strette: arriva I’M IN LOVE WITH THE VILLAINESS

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics