ComicsRecensioni

Radiant Black Vol 3 La recensione

0
[themoneytizer id=20698-1]

Dopo un primo giro nell’universo degli Spin-off del massiverse ora qui sull’isola di ComixIsland.it si torna a parlare di Radiant Black di Kyle Higgins e Marcelo Costa e del suo 3 volume La galleria dei nemici-
sempre ovviamente edito da SaldaPress 

Il caso del grosso tizio alieno con la spada? Risolto.
Il migliore amico in coma e i medici pronti a staccargli la spina? Salvato.
Una guerra spaziale devastante? Ce ne occuperemo un’altra volta.
Con i maggiori problemi almeno per il momento sistemati, Marshall spera di appendere la sua armatura al chiodo e di dedicarsi a un po’ di sano relax. Ma il potere dei Radiant è sempre più grande e sembra proprio che, per chi lo possiede, non possa esistere alcun riposo: non appena la sua identità segreta comincia a essere non più così tanto segreta, Marshall dovrà infatti fare i conti con una squadra di super nemici nuovi di zecca e pronti a prenderlo a calci nel didietro!

Radiant Black è arrivato a noi in Italia con le stigmate del “nuovo invicible”, ma ci abbiamo messo veramente poco per capire che quel paragone non è del tutto errato, ma sicuramente non rappresenta a pieno l’anima di questo progetto. Questo 3 volume accelera sul pedale dell’azione, per rallentare sul piano narrativo, una fase di stacco che muove gli elementi giusto al momento giusto per farci presagire che c’è qualcosa di grosso all’orizzonte, pronto ad arrivare nelle vite dei nostri protagonisti sotto forma di nuovi cattivi, ma anche di pericoli totalmente ignoti a quasi tutti, visto che Radiant Yellow sembra sapere qualcosa in più, o almeno così pensava lui.

Proprio quest’ultimo sarà il protagonista dell’ultimo capitolo di questo volume, che come per quelli precedenti, si concentra su uno degli altri eroi mostrandocene le origini. Probabilmente è proprio in queste pagine che si concentra tutto quel concetto di freschezza e di voglia di osare un po’ di più di questo volume. Il capitolo dedicato a Wendell aka il Radiant Giallo infatti si apre con una serie di tavole divise in 4 vignette, ognuna delle quali rappresenta un momento diverso della storia del protagonista, che il lettore deve seguire in via orizzontale fino a raggiungere una sorta di Nexus, un punto centrale per la storia del personaggio. Un idea veramente carina, insolita e funzionante, che almeno a noi è piaciuta un sacco sia dal punto di vista dell’inventiva, che da quello estetico.

Le tavole di questo volume, come le precedenti, sono di buonissimo livello e in grado di risultare di facile lettura anche quando le cose si fanno più complicate e action.

Nell’insieme questo volume di Radiant Black è forse un piccolo passettino indietro agli altri 2 a livello di fattore wow , ma siamo in ogni caso davanti a una lettura estremamente divertente e godibile, che lascia al lettore la voglia di approfondire sempre più questo mondo, che di volta in volta continua a stupirci e reinventarsi.

[themoneytizer id=20698-23] [themoneytizer id=20698-16] [themoneytizer id=20698-28]
Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Batman: Off-World: Jason Aaron alla giuda di una miniserie DC Comics

Previous article

Marvel: annunciata la saga Sabretooth War sulle pagine di Wolverine

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics