ComicsRecensioni

Fire Power Vol 4: la recensione

0

Oggi qui sull’isola del fumetto si torna a parlare di Fire Power, la serie di Robert Kirkman e Chris Samnee edita per noi in Italia da SaldaPress e giunta al 4 volume .

Owen Johnson detiene il Potere della Fiamma, ma ha deciso di voltare le spalle al suo destino e desidera solamente una vita normale. Purtroppo le forze oscure sono decise a impedire la realizzazione del suo desiderio, obbligandolo a giocare il ruolo che gli compete nella guerra millenaria tra il Tempio del pugno di fuoco e il Clan della terra bruciata.

Il terzo volume si era concluso lasciandoci qualche dubbio su come il nostro caro Kirkman avrebbe portato avanti la storia senza correre il rischio di renderla alla lunga noiosa o ridondante nei suoi pattern di fondo. Questo nuovo volume intitolato Terra bruciata non ci ha tolto questo leggero dubbio, ma sicuramente ha contribuito egregiamente a rimandare il quesito di almeno un altro paio di volumi, che non è detto che non portino alla chiusura finale della storia del nostro amato protagonista.

Questa nuova uscita infatti porta alla luce un terzo Clan – il presagio dei serpenti – di cui avevamo già avuto un piccolo assaggio in precedenza e che qui verrà rivelato in tutto il suo potenziale distruttivo, che stravolgerà completamente l’equilibrio tra le fazioni anche grazie alla capacità dei serpenti di prendere il controllo delle persone.

Il ritmo continua a essere decisamente alto, la lettura scorre rapidissima e qui Kirkman è stato molto bravo nel riuscire a introdurre i nuovi villain all’interno del background della storia e sullo scacchiere degli eventi senza rallentare la sua storia, anzi regalando al lettore almeno un paio di colpi di scena per lanciare la rincorsa al Vol 5 e le sempre apprezzabilissime tavole action che hanno Samnee come perfetto maestro di cerimonia, colpendo sempre in maniera piacevole la nostra vista. Il bilanciamento tra momenti action, alleggerimenti e sviluppi della trama rimane uno dei punti forti di questo fumetto di puro intrattenimento.

Fire Power è sicuramente una delle letture consigliate per tutti gli amanti del genere action e nonostante i piccoli dubbi di cui vi abbiamo parlato a inizio articolo, la sua corsa sembra proseguire dritta per dritta e non perdere colpi . Come già detto in passato, anche sul nostro canale Instagram , non mi dispiacerebbe se qualcuno – con i giusti mezzi – provasse a mettere in pista un bel progettino per portare questa serie sul piccolo schermo, chi lo sà, magari in futuro… per ora continuiamo a goderci questi bei volumi targati SaldaPress

 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

BAO Publishing presenta No sleep till Shengal, il nuovo libro di Zerocalcare. 

Previous article

In anteprima a Lucca Comics & Games 2022: MUSA, il primo artbook di Leo Ortolani

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics