MangaRecensioni

Streetball Arena: il basket da strada sbarca su Jundo

0

Oggi torniamo nel mondo delle uscite digital di Jundo con le nostre opinioni dopo i primi 10 capitoli di un’altra delle tantissime serie disponibili sulla piattaforma: Streetball Arena di Kuaikan Comics come la precedente.

Con gli occhi puntati sul mondo del basket agonistico, un giovane uomo inizia il suo viaggio partendo dal basket di strada. Un ostacolo dopo l’altro, la sua passione e il suo talento lo porteranno alla vittoria!

Se pensiamo al basket e al fumetto orientale la nostra mente non può che andare dritta per dritta al capofila degli  spokon  dedicati al mondo della palla a spicchi, Slam Dunk.
Questo Streetball Arena – almeno per ora – non ci ha dato l’impressione di potere (e nemmeno di volere in realtà) giocare nello stesso campo dell’illustre avversario, ma si è messo in luce dal punto di vista grafico sfruttando al meglio le potenzialità della lettura mobile. Lo scrolling in verticale, unito a uno stile che strizza l’occhio al mondo degli anime, sembra riuscire a dare un ottimo dinamismo alle azioni in campo, soprattutto per ora che il protagonista e gli altri personaggi sembrano essere molto egoisti nello sport.

 

 

La narrazione ripercorre gli eventi dei tre mesi che porteranno il protagonista e la sua squadra alla finale della Streetball Arena, mostrandoci una situazione che sembra impossibile da recuperare a 24 prima della partita. Inizieremo quindi a conoscere il protagonista e – con molta probabilità – il percorso che lo porterà a conoscere e mettere insieme la squadra che abbiamo visto andare in frantumi. Dal punto di vista della storia si intravedono tutti gli elementi chiave del genere manga sportivo, dalle prime rivalità al carattere burrascoso del protagonista dal potenziale enorme, ma ancora acerbo e con un gran percorso di crescita personale davanti. Nulla di nuovo, ma sempre una base ottima e solida su cui lavorare.

Insomma, se  vi piacciono gli spokon e siete fan della pallacanestro Streetball Arena potrebbe essere una serie interessante, a patto che nei prossimi capitoli la storia inizi a carburare e prendere un ritmo un po’ più rapido, solo così potrà mettere a segno un bel tiro da 3.

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Arriva il manga che non offende nessuno

Previous article

Star Wars: Dark Horse Comics tornerà a pubblicare prodotti del franchise

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Manga