MangaRecensioni

Fukushima anno zero: La recensione

0

10 anni dopo il disastro di Fukushima, causato dal terremoto che ha colpito il Giappone nord-orientale Rizzoli Lizard ha pubblicato in Italia il volume Fukushima anno zero.

Un volume che raccoglie alcune storie scritta da Susumu Katsumata, incentrate sul tema del nucleare e sul delicato rapporto di convivenza tra l’uomo e la natura, realizzati dall’autore tra gli anni’70 e gli ’80

Susumu Katsumata, con il suo stile un po’ weird e surreale, ha voluto convogliare le sue convinzioni contrarie allo sfruttamento dell’energia nucleare, usando la nona arte come medium per mettere su carta la sua protesta.  Una conoscenza che parte da basi scientifiche, dettate dagli studi in fisica nucleare dello stesso autore, il quale ha realmente avuto modo di visitare alcune di queste centrali.

La prima parte di Fukushima anno zero è un vero viaggio all’interno di una centrale, nella giornata tipo di uno dei suoi operai. Uomini semplici e consapevoli del rischio che corrono ogni giorno, delle radiazioni che assorbono quotidianamente e degli effetti visibili e invisibili che esse hanno sul loro organismo, mentre il paese cerca in ogni modo di non farle vedere.

Questa però è solo una parte del racconto, le storie successive ci portano fuori dal contesto del nucleare, avvicinandoci al folklore e al mistero della natura, dove diventa evidente come per l’autore la nostra vita sia piccola rispetto alla potenza di ciò che ci circonda.

Se cercate una lettura orientata prettamente al mondo dell’energia nucleare o al disastro di Fukushima, questo non è il volume che state cercando. Sia ben chiaro, si tratta di un ottima lettura, interessante e ben realizzata, ma la tematica della maggior parte dei racconti è distante da quella che il titolo sembrava suggerire e più vicina alla natura e al suo rapporto con noi.

 

 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Torna il Lucca Project Contest

Previous article

Progetto Stigma ed Eris Edizioni presentano: Dentro una scatola di latta

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Manga