ComicsMade in ItalyNews

cosa riserva il futuro per Lucca Comics & Games 2020 ?

0
Lucca

L’emergenza Coronavirus colpisce il mondo del fumetto e dell’editoria senza sosta. L’impossibilità di vedere una fine certa per questa situazione comporta ovviamente dei problemi per chi deve iniziare a organizzare i prossimi eventi legati a questo mondo.

Se negli scorsi mesi abbiamo assistito ad alcuni grandi spostamenti, con eventi come Cartoomics pronti a migrare temporaneamente verso periodi considerati sicuri, il passare del tempo e l’assenza di soluzioni inizia a mettere in bilico anche questa soluzione aprendo a scenari diversi

Uno degli eventi su cui è ovviamente facile focalizzare l’attenzione e sui cui i fan ripongono le loro speranze è Lucca Comics & Games, l’evento più importante del panorama del fumetto in Italia, che ora vede messa in dubbio la sua possibile realizzazione

Il direttore dell’evento – Emanuele Vietina – si è così espresso a proposito

Mancano più di sei mesi. Proseguiamo quindi con il solito duro lavoro, tenendo aperti tutti gli scenari possibili: dalla digitalizzazione degli eventi a eventuali co-produzioni con i nostri partner. Sarà poi nel confronto con le autorità a giugno che potremo avere un quadro più preciso. Il gruppo di lavoro che rappresento è abituato a imprese titaniche e quando chiamato in causa risponderà come sempre“.

Vietina lascia quindi aperte le porte a diverse possibilità riguardo all’organizzazione della manifestazione a Lucca, importantissima nell’ecosistema italiano dell’editoria a fumetti, soprattutto per far conoscere anche quelle piccole realtà che non sempre riescono a emergere senza queste occasioni che richiamano un grosso pubblico e che spesso attendono con ansia queste occasioni per lanciare i loro prodotti (così come d’altro canto fanno i big del settore)

In realtà questo spunto di riflessione può permetterci di pensare a quello che aspetta queste grosse fiere nel prossimo periodo.

Una delle incognite infatti è data dal come le persone reagiranno alla fine della quarantena, il mondo di Hollywood ha già iniziato a interrogarsi riguardo al quando riusciremo a riempire nuovamente le sale cinematografiche, sedendo al fianco di sconosciuti, nello stesso luogo chiuso.

Lo stesso discorso è ovviamente valido per queste manifestazioni che , ogni anno , portano migliaia di fan ad accalcarsi in cerca di un autografo del proprio autore preferito o di una limited edition.

La psicosi da Covid-19 potrebbe lasciare strascichi che vanno ben oltre la quarantena e questi ritrovi annuali, che negli ultimi anni si erano fatti sempre sempre più grossi e di richiamo per più settori, potrebbero essere tra le vittime della nuova situazione oppure vedere la loro natura evolvere verso una nuova realtà, con modalità innovative che si faranno spazio nel tempo.

Quello che è certo è che dovremo  aspettare i prossimi mesi per sapere – forse- con maggiore futuro quale sarà il futuro della prossima edizione di Lucca Comics & Games

Nel mentre Lucca Comics & Games fa quello che sa fare meglio: agire per dare potere a quegli spettatori che chiama Eroi, agire per realizzare una manifestazione dove il fare diventa esperienza e in cui i partecipanti sentono di poter cambiare le cose: becoming human. E al centro, in primis, la loro salute. Il 2020, sarà l’edizione più sentita innanzi a una prova così difficile. La pandemia è una grande sfida ma anche un acceleratore di processi, attività che sino a poche settimane fa erano in incubazione, adesso devono trovare compimento.

 

Si susseguono gli appuntamenti digitali di Lucca Comics & Games, i cosiddetti digital days: oltre all’asta online dell’Area Performance andata in diretta streaming martedì 31 marzo sui canali social del festival, tre sono le puntate dedicate al Live Drawing insieme a Frafrog, Roberto Recchioni e Giacomo Bevilacqua, e tre le sessioni di gioco di ruolo con gli speciali di RPG Night Live insieme a Licia Troisi, Roberto Recchioni e Leon Chiro accompagnati dagli immancabili Nicola De Gobbis, (nelle veci dell’istrionico master), Roberta Sorge (aka Ckibe), Fabio Bortolotti e Antonio Bellotta (aka Kenobisboch), e Lorenzo “Moro” Morelli (de i Termosifoni).  Tutto il programma è online sul sito del festival.

 

La Solidarietà – Infine prosegue l’impegno sul fronte della solidarietà e con i fondi destinati al Sistema Sanitario Toscano, raccolti attraverso l’asta delle opere originali donate degli artisti ospiti all’ultima edizione del festival, insieme all’associazione Area Performance Onlus e Catawiki, sono già stati allestiti e attrezzati 14 check point negli ospedali della Regione Toscana.

 

 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Edizioni NPE lancia il pagamento rateale

Previous article

Nasce INDIE FOR COMICS: un modo per supportare le fumetterie e le librerie italiane

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics