ComicsIntervisteMade in Italy

4 Nuvolette con: Mario Alberti

0

Negli scorsi giorni noi di Comixisland.it vi abbiamo parlate de Il Muro, in uscita per Edizioni Star Comics 
Abbiamo avuto modo di chiacchierare con Mario Alberti, autore della miniserie in 3 episodi

Come hai scoperto la tua passione per il mondo del fumetto ?

Ricordo mia madre che mi leggeva Topolino a letto, gli Asterix ricevuti a Natale…penso sia partito tutto da lì. 

Anche la passione per il disegno che per me è sempre stato il mezzo preferito per farmi raccontare, e a mia volta raccontare, storie.

Passione diventata esigenza consapevole dopo aver visto “Laputa” di Miyazaki.

Quali sono le tue fonti di ispirazione ?

In passato sono stati soprattutto autori e storie che mi appassionavano, oggi guardo molto di più quello che mi circonda, il nostro mondo e il nostro presente.

Quali sono i personaggi che ami di più disegnare ?

Una delle parti più appaganti è la ricerca del volto giusto, del personaggio adatto alla storia che ti accingi a raccontare; i personaggi che amo di più sono inevitabilmente quelli che ho immaginato io: Morgana e Rosso, Solal e Eva...  

Cosa ne pensi del mondo dei fumetti made in Italy? 

Che c’è davvero tanta roba nuova, e bella, e non solo in Italia, e vorrei conoscerla tutta, ma ho quasi smesso di leggere fumetti. Quando mi sono accorto di aver preso la terza copia dello stesso libro, anche di comprarli.

Che magari è una roba brutta da dire ma non mi permette di esprimere un pensiero sensato sull’argomento.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro ? 

Finire “Il Muro” entro quest’anno. Per il dopo c’è già un bellissimo progetto in cantiere, che mi vedrà di nuovo solo nelle vesti di disegnatore, ma è prematuro parlarne.

In ogni caso, questa del “Muro” è la mia prima prova da autore completo, ho parecchie idee e spero non sia anche l’ultima!

Quali sono i consigli che ti senti di dare a un giovane disegnatore italiano che vuole seguire le tue orme? 

Di non seguirle e cercare la sua strada. O meglio: di rubare tutto quello che può dagli autori che trovasse affini alla sua sensibilità, cercando di capire quali strumenti usano per raccontare le loro storie, perchè funzionano, e di farsi il suo “sacchetto di Lego”.

Disegnare, ma anche raccontare,  è come il Lego: ti serve il mattoncino giusto per ogni cosa. All’inizio soprattutto, rubi di qua e di la e sono la tua sensibilità e il tuo gusto a scegliere il mattoncino che fa per te e più ne hai,

più strumenti hai a tua disposizione. Finchè non hai raccolto un bel sacchetto pieno con cui fare tutto ed è il “tuo” sacchetto di Lego che ti porti dietro e continui sempre a modificare e arricchire, con sempre più grande autonomia.

E un’ultima cosa, che non è un consiglio, è una regola: la cosa importante, nel fumetto, da non dimenticare mai, è la storia. 

Stai raccontando una storia e ogni storia ha la sua voce e questa voce va trovata, rispettata e raccontata nel modo migliore. 

Idealmente il disegno deve sparire per lasciare posto solo al racconto.

Ringraziamo Mario Alberti per il tempo che ha voluto dedicarci e gli auguriamo il meglio per i suoi futuri progetti 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

COMICON 2020 rimandato a causa dell’emergenza sanitaria

Previous article

Edizioni Star Comics presenta : SEIRI-CHAN – LA TUA AMICA MENSILE

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics