MangaRecensioni

Yona la principessa scarlatta: la recensione

0

Yona la principessa scarlatta di Mizuho Kusanagi è uno shojo manga tuttora in corso di pubblicazione in Giappone, giunto al trentunesimo volumetto.
L’edizione italiana del fumetto è a cura di Edizioni Star Comics, che a fine mese pubblicherà il dodicesimo volume. La serializzazione di questo avvincente manga fantasy è cominciata nel 2009 e quindi impegna la sua autrice da un bel po’ di anni.

Yona

La storia narrata in Yona la principessa scarlatta vede come protagonista, per l’appunto, la bella Yona: quindici anni e un amore sconfinato per il cugino Suwon, e come unica preoccupazione i suoi capelli rossi e ribelli, così diversi da quelli scuri e disciplinati della madre scomparsa prematuramente. Yona sarebbe una ragazza come tante, se non fosse per un trascurabile dettaglio, si tratta dell’erede al trono del regno di Koka, figlia del pacifico re Il.
La principessa è viziata e volubile quel tanto che basta, e ha sempre accanto a sé il bellissimo e scontroso Hak, un ragazzo di poco più grande, ma già noto per la sua poderosa forza, tanto da essersi guadagnato il soprannome di Raiju, ossia “bestia del fulmine”.

Tutto sembra filare liscio, mentre Yona sogna il giorno in cui potrà sposare l’adorato Suwon. Purtroppo, qualcuno trama nell’ombra, e il futuro tanto vagheggiato sarà presto strappato alla nostra, destinata a perdere tutto il suo mondo. Sì, perchè in realtà, il gentile cugino odia lo zio Il e progetta da tempo di sostituirsi a lui. In una tragica notte, il ragazzo ucciderà il re proprio sotto gli occhi di una sconvolta futura regina, distruggendo così anche il sogno d’amore della protagonista.

Yona è costretta a fuggire per salvarsi la vita e l’unica salvezza è avere al suo fianco Raiju, eternamente fedele alla sua principessa. Quest’ultima dovrà imparare a farsi forza e crescere in fretta. Lontano dagli sfarzi del palazzo reale, comincerà a conoscere la vita “vera” delle persone e desidererà sempre più fare tutto ciò che è in suo potere per aiutarle.

Durante il loro cammino, Yona e Hak troveranno altri compagni, i predestinati Draghi di una vecchia leggenda, tutti decisi a restare accanto alla loro principessa… E tutti dotati di sembianze umane nient’affatto male!

Yona la principessa scarlatta è sì un manga romantico, ma certamente non lo si può accusare di essere eccessivamente melenso: anzi, la storia “di contorno” è talmente ben costruita, da spingere alcune lettrici giapponesi a chiedere esplicitamente all’autrice di dedicare più spazio alla lovestory tra la principessa e Hak… Ma siamo poi sicuri che sceglierà proprio lui?

Pur trattandosi di una serie molto lunga, Yona la principessa scarlatta ha ancora molto da raccontare. I due protagonisti si dichiareranno i reciproci sentimenti? Cosa farà Yona con Suwon? Riuscirà a riprendersi il trono e a scoprire il motivo di tanto odio? Potrà la ragazza creare un nuovo regno di pace? O soccomberà alle terribili forze che sarà costretta ad affrontare lungo il cammino? Pathos, azione e romanticismo, uniti ad una protagonista davvero fantastica, rendono Yona uno degli shojo/fantasy più interessanti attualmente pubblicati.

Nota conclusiva, i disegni dallo stile “un po’ retrò”, aggiungono un ulteriore elemento di fascino.

Empyre: Spider-Man e Wolverine si uniscono ai Fantastici 4

Previous article

saldaPress presenta: LE STORIE DI GUERRA DI GARTH ENNIS #5

Next article

You may also like

More in Manga