ComicsRecensioni

H.P. Lovecraft – la tomba: La Recensione

0
h.p.lovecraft

Dopo i successi di Nyarlathotep, Il tempio e La musica di Erich Zann e altri racconti, Edizioni NPE presenta un nuovo adattamento tratto dai racconti di H.P. Lovecraft. In fumetteria al prezzo di 16,90.

H.P. Lovecraft

Sinossi

L’introverso Jervas trascorre la sua infanzia nella solitudine, trovando sollievo in antiche letture e solitarie escursioni nei campi e nei boschi che circondano le proprietà della sua ricca famiglia. Un giorno s’imbatte in una tomba di granito appartenente agli Hyde, una famiglia decaduta e dal passato oscuro di cui egli pare sia l’ultimo lontano discendente.
Jervas comincerà così a frequentare spesso quel luogo, che diventerà per lui una vera e propria ossessione.

Gli arcani e oscuri segreti di quell’antico lignaggio cominceranno a segnarne per sempre la personalità, così come l’innato terrore del fuoco e dei temporali che svilupperà sarà preludio di una angosciante scoperta, che lo abbandonerà in un oblio di paranoie e visioni di morte.

Adattamento di una delle prime opere di H.P Lovecreft adulto, ben lontana dal fumetto, ma più vicina ad un romanzo illustrato che tra le suggestive tavole di Nino Cammarata e il racconto in terza persona di D.D. Bastian, riesce nell’intento di coinvolgere i lettori e a farli immergere in un ambiente misterioso e sempre cupo. Andiamo ad analizzare nel dettaglio l’opera.

Trama
Confrontarsi con un autore come Lovecraft non è cosa facile soprattutto se l’intento è quello di trasmettere le stesse emozioni in un fumetto di 80 pagine raccontate. Qui servirebbe fare un confronto con la lettura del romanzo, però per chi si approccia per la prima volta ad un adattamento di quest’autore non rimpiangerà assolutamente la lettura del romanzo dato che questo fumetto riesce a coinvolgere e ad essere fedele emotivamente parlando.

-Dialoghi

L’opera nella forma sì fatta può risultare il punto debole dato che la terza persona può far percepire al lettore il distacco da essa. Se però la si immagina come un viaggio introspettivo può regalare spunti interessanti e riuscire a farci sentire protagonisti.

-Disegni

I disegni sono il pilastro portante della dell’opera, infatti grazie allo storyboard e la scelta delle tavole si riesce a percepire tutte le emozioni e a comprendere la vicenda che ci viene narrata. L’opera è così ben strutturata che anche se fosse stata lasciata priva di narrazione, quindi tavole nude e crude, sarebbe risultata godibile e comprensibile.

In conclusione, un adattamento sicuramente apprezzabile dagli amanti del genere e da chi cerca una storia introspettiva e alternativa. Un opera che rende sicuramente onore H.P. Lovecraft.

BAO Publishing presenta Last Man vol. 10

Previous article

ERIS presenta Il cult dell’indie comics USA in edizione integrale – Prison Pit di Johnny Ryan

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics