ComicsFocus

House of X #3: Make Ciclope great again

0
house of X

Dopo la doppia parentesi dedicata a PoX, conclusasi con una rivelazione decisamente interessante, Hickman ritorna su House of X con questo terzo numero che si concentra questa volta sul presente, riportandoci alla neonata nazione mutante e i suoi abitanti.

Nella vita vista nello scorso numero di PoX abbiamo scoperto la fine di Moira e le informazioni che è stata in grado di apprendere e riportare nella successiva. Nozioni che portano direttamente ad alcuni degli eventi già visti come i dati recuperati dal team di Sabretooth nel primo numero, alla scoperta della creazione di Mother Mold e dell’organizzazione Orchis come  l’autore ci ricorda grazie a una delle sue ifonografiche (compresa una in cui riassume il ciclo delle sentinelle Omega)


Per fermare la creazione di questa mostruosità Ciclope viene incaricato da Xavier e Magneto di mettere insieme una squadra da portare nello spazio per un assalto, un team che vede oltre a Slim anche Mystica, Jean, Wolverine, Monet, Nightcrawler e Angelo, pronti a partire senza un vero e proprio piano di fuga ( i fiori di Krakoa)  in una missione decisamente importante e rischiosa.
Veniamo informati anche dell’esistenza del Project Achilles una sorta di prigione per super-cattivi, dove sta per finire Sabretooth, salvo poi venire salvato dall’intervento diplomatico di Emma Frost, che ci spiega come da ora siano tutti diplomaticamente immuni.

Dopo questo intermezzo torniamo nello spazio, alla missione del team di X-Men di Ciclope, con uno sviluppo decisamente inatteso che lancia un cliffhanger per il 4 numero di HoX.

Lo schema di Hickman prende sempre più forza e forma, nel primo atto tratteggia benissimo i suoi 3 personaggi attraverso i dialoghi, riportando Scott a uno status che era da molti anni che non avevamo il piacere di leggere e soprattutto mostrando uno Xavier inquietante e ambiguo per certi versi, bravissimo anche nel riportare Sabertooth al suo essere “selvaggio”. Molto interessante il dilemma etico che nasce fra i diversi personaggi della missione sul come affrontare i civili.

Encomiabile anche il lavoro grafico di Pepe Larraz, decisamente a suo agio in questa miniserie

Non ci rimane che attendere il prossimo numero per scoprire come proseguirà la missione dopo il finale

PS. ora finalmente possiamo imparare anche noi il nuovo linguaggio mutante

 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

BAO Publishing presenta Dosei Mansion vol. 3

Previous article

Erik Larsen ospite a Lucca Comics 2019

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics