0

Tornano per questo secondo volume – sempre targato Saldapress-le avventure di Jimmy Regent, la super spia della Gran Bretagna, un agente che vive al massimo tra spie,intrighi,violenza e belle donne.  La sua vita spericolata però l’ha messo nei pasticci e ora si ritrova in un mare di guai Jimmy è stato reso completamente fuori gioco e schizofrenico dal piano ordito dall’esercito dei “bastardi” e dovrà lottare al fianco del’agente McEwan per la sanità mentale e impedire ai Bastardi di compiere i loro piani.

L’umorismo di Jimmy’s Bastards, scritto da Garth Ennis, continua a giocare con il politicamente scorretto, una scelta discutibile -ma perfettamente nota a chi apprezza l’autore fin dai tempi di The Preacher –  che può allontanare più di un lettore, ci vengono mostrate situazioni imbarazzanti grazie alla “soluzione gender” e s ironizza su persone mentalmente malate come gli ex colleghi ora del tutto fuori gioco, l’idea iniziale dell’autore è quella di ribaltare l’ideale legato al maggior rappresentante del mondo spionistico: 007, creando un condensato di tutti i suoi interpreti e mostrandolo poi sotto una lente distorta e malsana, obbiettivo centratissimo.

Russ Braun esegue un ottimo lavoro alla parte grafica, dando vita – anche grazie alle scelte cromatiche ultra sature del colorista John Kalisz– ad un mondo dettagliato e a tratti alienato, perfetto contorno per le avventure di Jimmy’s Bastards.

Sebbene questo secondo volume fondamentalmente concluda la storia, il cliffhanger finale mantiene la porta spalancata alla possibilità che l’autore possa in futuro tornare a mostrarci le avventure del super agente britannico, frutto del lavoro di Ennis che, forse anche superando le sue aspettative, costruisce un personaggio che va oltre l’effetto parodistico per il quale era stato creato.

Se siete alla ricerca di una serie di breve durata, dalla forte componente d’intrattenimento e non avete problemi con l’umorismo sporco di Ennis, Jimmy’s Bastards, è sicuramente un nome da tenere nella vostra lista.

  • Trama
  • Disegni
  • Dialoghi
2.5
Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Lifehouse: la graphic novel basata sull’album mai pubblicato di Pete Townshend

Previous article

Edizioni Star Comics presenta: BLOODSHOT SALVATION #3

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics