ComicsNews

X-Man Black: Mojo – Un messaggio diretto al comicsgate?

0
X-Man Black: Mojo
[themoneytizer id=20698-1]
Negli ultimi tempi il mondo del fumetto internazionale è scosso dall’interno, con i social inondati da un movimento anti-inclusione chiamato Comicsgate.
Spesso gli esponenti del movimento mascherano le loro intenzioni come una richiesta di “buone storie”, asserendo che la crescente rappresentanza di personaggi femminili forti e\o protagonisti provenienti da minoranze religiose e\o razziali stia influendo sulla bontà delle trame e che le nuove leve degli autori, soprattutto donne o in generale non bianchi, non siano in grado di offrire il giusto intrattenimento.
Inizialmente ignorato dal mondo del comics, il movimento ha iniziato a intensificare la loro attività online, facendo scomodare grandi del settore come Scott Snyder, Joe Quesada, Mike Deodato, Tom Taylor, Jeff Lemire, Neil Gaiman in prima fila per respingere quella che a tratti somiglia ad una vera e propria ondata d’odio.
X-Man Black: Mojo
A ironizzare sulla situazione ci ha pensato Scott Aukerman, che ha approfittato del suo ruolo di autore per parlare dell’argomento dalle vignette di X-Men Black: Mojo, dove il villain proveniente da un altra dimensione dimostra di avere qualche problema con gli X-Men moderni, a detta sua “creati per attirare le nuove generazioni, a scapito dei veri fan, come il sottoscritto” una frase che sembra direttamente estrapolata dai video di youtube e di twitter dei vari esponenti del Comicsgate, ma che qui vengono usate per ironizzare sull’argomento.
X-Man Black: Mojo
Poche vignette che sono bastate per scatenare il web, con molti esponenti del movimento che puntano il dito, condannando un “attacco” contro di loro da parte dello sceneggiatore.
Una situazione ironica visto che ad essere vittime dell’attacco sarebbero proprio coloro che spesso usano i social per attaccare gli altri. una sorta di vendetta contro i bulli del web.
Aukerman rincara la dose in maniera sottile, mettendo a confronto con Mojo il personaggio di Glob Hermann, un mutante nato da Grant Morrison e da Ethan Van Sciver uno dei padri del movimento Comicsgate ,con l’intento quindi di scegliere proprio uno dei uno dei suoi personaggi per costruire una storia che mostri l’inesistenza dell’odio.
X-Men Black: Mojo non è una lettura che rimarrà negli annali, ma dimostra come con 2 vignette, anche la Marvel sia in grado di giocare con la satira del momento.
[themoneytizer id=20698-23] [themoneytizer id=20698-16] [themoneytizer id=20698-28]
Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Edizioni BD: annunciati i nuovi titoli per il prossimo anno

Previous article

Black Panther vs Deadpool #1: qualcosa di nuovo per Wade ?

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics