ComicsRecensioni

Nocterra: Notte Fonda – La recensione

0

Un mattino di dieci anni prima, misteriosamente e nell’arco di soli ventitré minuti, il cielo si è completamente oscurato, lasciando la Terra e i suoi abitanti sprofondati in una notte senza fine.
Da allora anche la maggior parte degli esseri umani ha subito una mostruosa trasformazione: tramutati in terrificanti creature-ombra si aggirano nell’oscurità aggredendo e uccidendo gli umani superstiti.
L’unica speranza di salvarsi è restare accanto a una fonte di luce.
Val e suo fratello Em si muovono in questo mondo pieno di pericoli e senza speranza, fino a quando entreranno in contatto con un anziano scienziato che potrebbe aiutarli a rivedere una luce all’orizzonte

Da questa premessa parte il primo volume di Nocterra, la nuova serie fanta-horror scritta da Scott Snyder e disegnata da Tony S. Daniel che vuole metterci davanti a una della paure più basilari e antiche dell’uomo; quella del buio e dell’ignoto. 

A primo impatto la trama non ci ha colpito per originalità, la sensazione principale è quella di una classica sceneggiatura da pellicola cinematografica made in USA. Leggendo questo primo volume edito da SaldaPress però ci siamo accorti che oltre a questa struttura da Blockbuster hollywoodiano c’è qualcosa di più. Nelle pieghe degli eventi si può vedere un piglio che ricorda quello dell’amatissima serie TWD e del suo modo di bilanciare l’azione e l’introspezione dei personaggi creando un flusso unico all’interno delle pagine.
Snyder all’interno di questa prima parte si gioca diverse volte la carta del colpo di scena, cambiando più volte la prospettiva della situazione e usando questo espediente per mantenere viva l’attenzione del lettore, approfondendo un po’ il background della serie e introducendoci in questo mondo privo di sole. La lettura è passata rapida e fluida, riuscendo sempre nell’intendo di intrattenere il lettore e risultando quindi molto godibile pur senza farci urlare mai al capolavoro.  

Tony Daniel e Tomeu Morey fanno un buonissimo lavoro sulla parte grafica. Forse un po’ sotto tono le creature ombra che spesso si riducono a figure frastagliate con denti e artigli, sicuramente funzionali alla storia e spaventosi, ma non certo il top del design come personaggi.

Al termine di questo primo arco narrativo la sensazione è che abbiamo solo scalfito il mondo di Nocterra e che ci sia ancora molto da scoprire nei prossimi volumi, che non vediamo l’ora di leggere.

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

BAO Publishing presenta La taverna di mezzanotte – Tokyo Stories vol. 5

Previous article

Canicola presenta Tono Monogatari di Shigeru Mizuki

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics