MangaRecensioni

Zombie 100 – Cento cose da fare prima di non-morire : Chi ha detto che una apocalisse zombie non può essere leggera?

0

Quello degli Zombie è un filone che sembra non voler mai estinguersi del tutto e che nella sua wave più recente è partito proprio dal mondo comics , con The Walking Dead, diventato vero e proprio fenomeno di massa e motore di un nuovo universo di libri, film, serie TV e anche fumetti.

Uno degli ultimi prodotti arrivati da noi è il Manga Zombie 100 – Cento cose da fare prima di non-morire di Haro Aso e Kotaro Takata, edito per il mercato Italiano da J-POP e fresco di esordio con il primo numero

Akira, dipendente di un’azienda che lo sfrutta come uno schiavo, si ritrova  nel suo poco tempo libero a disposizione a invidiare i sopravvissuti dei  film di zombie, sempre in fuga dai non-morti. Una mattina i suoi desideri  vengono esauditi: non deve più andare in ufficio! In compenso, dovrà  salvarsi dall’epidemia zombie che ha colpito la città e che ora minaccia  la sua stessa vita.

Finalmente il protagonista sarà libero di dedicarsi a ciò che gli piace davvero, ecco perchè deciderà di stilare la lista delle 100 cose da fare prima di non morire che dà il sottotitolo a quest’opera.

Zombie 100 esordisce con un numero molto piacevole da seguire, ritmato e ricco di momenti in grado di farci sorridere e che ci fanno riflettere su come di fatto Akira sia passato da essere “uno Zombie del sistema” ad essere vivo mentre il resto del mondo inizia a fare il percorso inverso.

Una storia originale e ben scritta, che invoglia il lettore a scoprire se il protagonista riuscirà a realizzare tutte le voci della sua lista e soprattutto se riuscirà a conquistare Shizuka, la ragazza che il protagonista incrocia in un Kombini durante uno dei suoi rifornimenti (di birra) e che affronta questa apocalisse in maniera decisamente diversa da lui

Dal punto di vista estetico Zombie 100 è altrettanto godibile, nulla di esageratamente spettacolare, ma un tratto abbastanza standard che si lascia seguire in maniera chiara in tutte le diverse declinazioni di questo primo numero, passando dalle sequenze più cinetiche a quelle più horror senza dare fastidio.

Se amate il genere Z e cercate una lettura che sia leggera e divertente, questo manga potrebbe essere una curiosa e originale variazione sul tema da tenere d’occhio.

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Star Days 2021: ecco gli nnunci terzo del terzoR&QT

Previous article

P.T.S.D – Lontana da casa: La realtà dopo la guerra

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Manga