ComicsRecensioni

Papaya Salad: la recensione

0


Papaya Salad
è il graphic novel di esordio di Elisa Macellari, edito Bao Publishing e pubblicato nel 2018.

La papaya salad è un piatto tipico della cucina thai, che nasce dalla combinazione tra la papaya acerba tagliata a fette, due peperoncini, succo di un lime, zucchero di palma, salsa di pesce, arachidi tostate, gamberetti essiccati e pomodorini. Un abbinamento sicuramente insolito per un palato occidentale, ma capace di risaltare proprio per i suoi contrasti interni.

La papaya salad non è solo un piatto: è l’elemento catalizzatore, quello che dà il la alla storia, in parte autobiografica, che Elisa Macellari ci propone con il suo graphic novel. È proprio questa pietanza, infatti, che, durante un pranzo in famiglia nella casa degli zii a Bangkok, offre allo zio della piccola Elisa il pretesto per ricordare quando, da bambino, l’ha assaggiata per la prima volta: da qui, la papaya salad schiude uno scrigno di ricordi, dal quale si dispiegano le pagine della vita dello zio Sompong, dalla sua infanzia thailandese, negli anni ’20, alla vita adulta.

L’amore per le lingue lo ha spinto a lasciare la Thailandia per partire alla volta dell’Europa, prima in Italia e poi in Germania, devastate da una guerra ancora in corso e di cui Sompong ha vissuto l’eco sulla propria pelle. Questi anni sono stati costellati di eventi determinanti per la vita del giovane uomo: dalla prigionia in Austria e poi in Francia, all’incontro con Lek, che sarebbe diventata sua moglie, in una cornice di devastazione e di incertezza per il futuro.

È evidente come i fatti storici fungano però solo da background a una storia dai toni delicati, densa di eventi che, nonostante il ritmo incalzante con cui si susseguono, non rischiano di appesantire la storia, trasmettendo, anzi, la grande forza d’animo che caratterizza il protagonista.

La capacità dimostrata da Elisa Macellari nel gestire la narrazione è testimoniata anche dalla composizione delle tavole, semplice ma mai banale, accompagnata da un disegno che è il vero protagonista di questo graphic novel. Con una prevalenza di tonalità di verde e di rosa arancio – i colori tipici della papaya –, i toni pastello dominano su queste tavole, rendendo le lettura di quest’opera un vero e proprio piacere per gli occhi.

La papaya salad, tuttavia, non è solo il contenuto, ma anche il contenitore degli eventi e, a tal proposito, una menzione particolare merita l’edizione realizzata da Bao Publishing che, ancora una volta, dimostra di riservare un’attenzione particolare ai dettagli. Il formato e le scelte editoriali realizzate per Papaya salad ricordano, infatti, proprio il frutto: il verde per la copertina e la costola, l’arancione per il taglio delle pagine, e la sguardia che, proprio come si stesse sbucciando una vera papaya, ne rivela il contenuto.

Papaya Salad è un libro che merita di entrare a pieno diritto nelle vostre librerie, e lo farà quella combinazione insolita, ma efficace, di delicatezza e forza d’animo che percorre tutte le sue tavole.

La Marvel Comics offre in digitale le grandi storie di AVENGERS & FANTASTICI QUATTRO

Previous article

DC Comics: il Covid-19 ferma Black Label e 5G ?

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics