ComicsNews

Buffy the Vampire Slayer: new sul reboot a fumetti

0
Buffy the Vampire Slayer

Di recente ha avuto il suo inizio il nuovo universo a fumetti di Buffy the Vampire Slayer targato BOOM! Studios, pronto a rivisitare le avventure della giovane ammazzavampiri liceale resa famosa dalla serie TV omonima, cambiando però non pochi dettagli, primo fra tutti l’ambientazione resa decisamente più attuale (e meno anni’90)

ComicBook per capire quale sarà la nuova direzione di questo reboot ha intervista la sceneggiatrice Jordie Bellaire e l’editor Jeanine Schaeffer

Jeanine Schaefer: Abbiamo parlato a lungo di cosa avremmo voluto fare, ma quando mi è stato presentato il progetto, mi sono seduto con Matt Gagnon, Byrce Carlson e Sierra Hahn per visionare tutto il materiale Dark Horse. Hanno pubblicato davvero un sacco di roba e hanno fatto un ottimo lavoro nel portare la serie oltre, tanto da risultare attuale nel 2019.

Negli anni ’90, Buffy è stato un serial formativo per i giovani, così ho pensato che dovessimo riproporre qualcosa di simile per i ragazzi di oggi – stiamo per entrare negli anni ’20 – perché è davvero importante. Tutte le tematiche di Buffy, i personaggi, gli eventi che vivono e cosa significano per le persone sono ancora oggi rilevanti. Perciò ho pensato: “Questa è la strada da percorrere, giusto? Sì, questa è la strada da percorrere”. Sembrava la cosa più sensata per il personaggio.

Jordie Bellaire: Quando Jeanine mi ha parlato per la prima volta del progetto, mi ha detto: “Sarà come l’Universo Ultimate della Marvel”. Ci divertiremo a raccontare nuove storie e alcuni temi che abbiamo già in mente, ma anche – non mi piace la parola “ripetere” – fare riferimento agli elementi della serie originale. Non volteremo le spalle a quel materiale, perché è quello che ha reso il serial così bello. Ma stiamo di certo provando a creare una nuova strada, nello stesso modo in cui l’ha fatto l’Universo Ultimate. Direi che ci saranno relazioni vecchie e nuove, temi complessi e archi narrativi inediti. Sarà figo.

Buffy the Vampire Slayer

Schaefer:  Una delle cose più entusiasmanti è che nel 2019, anche se accadranno cose simili, le affronteranno in modi diversi perché hanno una mentalità differente rispetto a quella che avevamo noi negli anni ’90. Hanno diversi tipi di strutture sociali e di supporto. Molte cose riguardante l’essere umani rimangono uguali, ma alcuni modi in cui affrontiamo le cose e le risorse a disposizione dei ragazzi ora sono molto cambiate.

Bellaire: Una delle prime cose di cui io e Jeanine abbiamo parlato è stato l’affetto che proviamo per Willow. Penso che sia molto affascinante con il suo carattere dolce, calmo e il suo amore per i libri, e nel corso della serie acquista fiducia in sé stessa. Penso che questa sia la cosa di cui le ragazze abbiano bisogno oggi: personaggi femminili forti che siano sicuri di sé, non fragili fiorellini. Non dico ovviamente che non ci siano donne così, pur essendo sicure di sé, ma penso sarebbe un cambiamento interessante, per una volta, avere qualcuno di intelligente e gentile che sia anche sicuro di sé e possa esprimere i suoi pensieri in modo sincero e schietto. Credo sia una piacevole inversione per Willow cominciare così.

Chi lo sa, magari torneremo su alcune delle sue insicurezze, perché penso che ognuno ne abbia. Per ora, penso sia meglio iniziare con lei in modo differente da come l’abbiamo conosciuta.

Schaefer: Abbiamo anche parlato molto di come le nerd e le appassionate di libri ora abbiano una community più ampia, potendo sfruttare Internet. Perciò, ci sono ancora ragazze timide e riservate nella vita reale, ma ora hanno l’opportunità di imparare qualcosa di più su loro stesse e diventare maggiormente sicure, visto che possono facilmente trovare gruppi di persone simili a loro. Questa è un’altra conseguenza del “siamo nel 2019”: non sono solo i cellulari ma anche “come cambia la società? Come cambiano le nostre relazioni, trovandoci nel futuro ed essendo in grado di entrare in contatto con persone come noi?”

Al momento, voglio esplorare la vita di Buffy al liceo. Non ho ancora pensato a cambiare lo status quo. Tutto ciò che abbiamo in programma si svolge durante le superiori.

 

Bellaire: Mi è piaciuta molto la storia di Drusilla attraverso il serial e i fumetti, e voglio presentarla in modo che sia più forte, sfacciata e arrogante. Non penso che sia così spaventosa perché è pazza, ma a causa di quello che le è successo in passato. Volevo renderla un personaggio dominante, che avesse il controllo di tutto, spaventosa quanto il Maestro. Voglio ribaltare l’idea che l’avversario di Buffy sia un maschio, così che il suo nemico più grande possa essere una donna. Questo c’era nella mia mente quando ho pensato a Drusilla: volevo che spaccasse tutto. Non volevo che i lettori pensassero: “Oh, povera Dru”, ma “Non voglio essere nella stessa stanza con lei, è terrificante”.

Spike è adorabile. Un vecchio biscottone. Faccio sicuramente parte del Team Spike. Mi piace molto, penso che sia un poeta. Immaginate come sarebbe un poeta con una dama dominante nella sua vita.

Probabilmente le cose non andranno benissimo per Spike. Non credo avrà il controllo degli eventi o potrà dire la sua. Questo è il tipo di relazione che voglio esplorare. Magari all’inizio si considerava alla pari della sua compagna, e questo lo faceva stare bene, ma scopriremo che è un emarginato tra altri emarginati, soprattutto vicino a Drusilla.

Schaefer: Dan Mora sa come rendere l’aspetto dei personaggi, cosa indossano e il linguaggio del corpo. I suoi disegni sono molto moderni, come se guardasse fuori dalla finestra per osservare come si vestono i passanti.

Gli anni ’90 sono tornati, ed è divertente perché volevamo aggiornare l’estetica della serie, ma le ragazze indossano vestiti da bamboline e girocolli, come facevano nel 1997. È stato divertente riprodurre questo moderno look nostalgico, invece di essere semplicemente nostalgici.

 

Marcello Portolan
Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Saldapress presenta: Le storie di guerra di Garth Ennis

Previous article

EDENS ZERO #1 :UN DOPPIO UNIVERSO DI AVVENTURE

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics