ComicsNews

Il cortometraggio di Goodbye Marilyn al Comicon 2019

0

Goodbye Marilyn nasce come graphic novel – scritto da Francesco Barilli e disegnato da Roberta Sacchi – e diventa un cortometraggio ad opera della regista Maria Di Razza, originaria di Pozzuoli.

Goodbye Marilyn

Il corto, prima di essere portato al Comicon, ha già riscosso consensi al Festival di Venezia e può vantare nel suo cast la famosa doppiatrice Maria Pia di Meo – nota per essere la voce ufficiale di Meryl Streep – insieme a Gianni Canova, che nel cortometraggio interpretano rispettivamente Marilyn e il giornalista che intervista la diva.

A presentare il corto di Goodbye Marilyn al COMICON sarà un trio tutto al femminile: troveremo infatti la regista, la doppiatrice e l’autrice del fumetto originale. Il pubblico potrà assistere alla presentazione nel pomeriggio del 25 aprile, prima giornata del Festival.

La storia di Goodbye Marilyn

Il graphic novel Goodbye Marilyn, scritto da Francesco Barilli, narra di un’ipotetica intervista ad una Monroe ormai anziana che ricostruisce le tappe salienti della sua vita con drammatica intensità, consapevole di aver dato vita a qualcosa d’immortale. Le splendide matite sono invece di Roberta Sacchi, nota con lo pseudonimo di SAKKA.

Il volume è pubblicato dalla casa editrice BeccoGiallo. Una curiosità: sembra che l’idea di questo libro sia nata grazie alla figlia dello scrittore che, vedendo per caso l’attrice in un documentario alla tv, è rimasta abbagliata dal suo incredibile fascino.

Chi è la regista, Maria Di Razza? 

Matematica e informatica di professione, coltiva da sempre la passione per il cinema. Frequenta un corso di regia presso la scuola di cinema Pigrecoemme di Napoli. Nel 2007 dirige Ipazia, un cortometraggio sulla figura dell’unica donna scienziata dell’antichità. Segue poi un corso da montatrice Premiere.

Collabora con il Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli, sia come selezionatrice dei film in concorso che come curatrice del sito Web. Collabora inoltre con il festival internazionale di cortometraggi A Corto Di Donne. A fine 2012 realizza un cortometraggio di animazione, Forbici, sul tema del femminicidio.

Vita di Pai: La recensione

Previous article

Mathieu Sapin ospite al Comicon 2019

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Comics