Site icon ComixIsland

Superumani reinventati come un nuovo 1% nella serie Achilles Inc. di Andy Schmidt

Achilles inc

Andy Schmidt, una delle menti dietro l’evento Marvel Annihilation, torna per la prima volta in dieci anni al genere supereroistico con la sua nuova opera, Achilles Inc. – di cui possiede interamente i diritti – che affronta il concetto dei supereroi nel mondo moderno.

In uscita il 24 aprile, Achilles Inc. scritto da Schmidt e disegnato dall’artista Daniel Maine è una serie che reinventa i superumani come la classe dominante, mentre gli individui che non sono dotati di poteri vengono lasciati a lavorare nella loro ombra.

Dieci anni fa, un frammento della popolazione mondiale ricevette superpoteri in un istante. Da allora, questi “Booster” hanno modificato il sistema socio-economico del pianeta a loro piacimento. Anziché indossare costumi colorati e battersi a vicenda, hanno formato un sindacato – chiamato Power Corps – e rimpiazzato i colletti blu in tutto il globo”, recita la sinossi. “Il mondo è disperato. I posti di lavoro scarseggiano e noi “tizi qualunque” siamo quasi impossibilitati a reagire. È qui che entra in gioco Ransom e il suo team della Achilles Incorporated. Questa azienda che sfrutta le debolezze dei Boosters ha assunto un grosso caso. La miccia è accesa!”

La serie in quattro numeri Achilles Inc. sarà pubblicata attraverso Source Point Press e il loro accordo con Comics Experience, la scuola online per la creazione di fumetti di Schmidt.

Achilles Inc. è speciale per me perché rappresenta il mio ritorno a personaggi con superpoteri, dopo aver lasciato la Marvel. Ho fatto varie cose qui e là, ma questa è la prima volta che mi sento come se avessi davvero qualcosa da dire,” dice Schmidt. Vedo una nuova metafora in coloro che sono dotati di superpoteri rispetto a quando mi sono relazionato agli X-Men e a Doom Patrol come un bambino. Questa è la mia versione adulta che vede i super poteri attraverso la lente del mondo reale, in cui, troppo spesso, i grandi poteri vengono mal utilizzati.”

Exit mobile version