Site icon ComixIsland

Daredevil: Chip Zdarsky e Marco Checchetto parlano del futuro del personaggio

Daredevil

Il futuro del personaggio di Daredevil nel mondo dei comics, per lo meno per il 2019, sembra essere già scritto, ed è di quelli che prevedono un rilancio studiato a tavolino.

Sappiamo che negli USA il ciclo di Charles Soule è ormai agli sgoccioli, con l’autore pronto a dare l’addio al termine di “Death of Daredevil”, subito dopo arriverà la miniserie Man Without Fear e , a partire da febbraio 2019, sarà la volta del duo Chip Zdarsky e Marco Checchetto con il compito di riprendere le fila di Matt Murdock con il nuovo numero #1.

I due hanno avuto modo di parlare sul sito della Marvel del nuovo progetto:

Zdarsky: “Le cose non possono essere business come al solito anche se Matt vuole fortemente che lo siano Tutto ciò lo avevo in mente dalla mia prima conversazione con Charles Soule riguardante la serie. Il personaggio è stato fatto passare attraverso un sacco di cose nel corso degli anni, ma penso che “Death of Daredevil” sarà un vero momento di “incontro con Dio” per Matt. Che cosa sembra tutto questo? Cosa diventerà? Questa serie si concentrerà su grandi domande e sul trovare le loro risposte in luogo strani.”
Ho sempre amato le varie svolte stilistiche che hanno conferito a Daredevil, ma per questa run ho deciso di andare davvero nel profondo circa le realtà di essere un giustiziere in questo mondo. Al di fuori di tutti gli altri Super Eroi principali, Daredevil è quello con cui puoi fare una cosa del genere.”
Checchetto si è invece più concentrato sul suo ritorno allo stile Urban, dopo un percorso che lo ha portato molto lontano dalla terra
sono passati cinque o sei anni da quando ho lavorato su una serie urbana. In cinque anni, ho cambiato molto il mio stile e non vedo l’ora di disegnare scene dark come queste invece degli ambienti brillanti e scintillanti dello spazio di Star Wars e Gamora. New York è il personaggio più importante nella serie dopo Matt. Penso sia importante mostrare la relazione cupa tra Daredevil e la città. Spero di fare un buon lavoro in questo senso. Daredevil e Spider-Man sono i simboli di New York.”
Exit mobile version